Follow me on instagram

+01145928421
mymail@gmail.com
Image thumbnail

MOSCATO D'AMBURGO

MOSCATO D’AMBURGO

Sinonimi: Black of Alessandria

Caratteristiche: Varietà pregiata nota da lungo tempo. Il Moscato d’Amburgo è un vitigno dotato di buona vigoria e produttività, si presta bene per forme di allevamento a pergola. Richiede potatura corta altrimenti può presentare il fenomeno dell’acinellatura dolce. Non sempre l’uva matura regolarmente e gli acini talvolta sono molto disformi per dimensioni.  L’uva resiste discretamente sulla pianta ma non sopporta i lunghi viaggi. Il Moscato d’Amburgo ha buona affinità con i comuni portinnesti. Il Moscato d’Amburgo presenta un grappolo medio, piramidale, allungato, alato, spargolo, con acinellatura 7 – 8%. L’acino e’ medio, di forma subovale, di colore nero violaceo. La buccia e’ sottile, pruinosa e poco consistente. La polpa e’ molle, succosa, dolce, molto buona e con un delicato sapore di moscato. Vinaccioli 1 o 2, grossi

Cloni disponibili: 202 Francese

Germogliamento: II° decade di Aprile

Fioritura: I° decade di Giugno

Maturazione: I° decade di Settembre

Origine: Sconosciuta (forse originaria dell’Inghilterra, dove era coltivato in serra)

Editore: Libera da vincoli

Varietà iscritta al Registro Nazionale delle Varietà di Vite con il n°517

Il prodotto non è attualmente in magazzino e non disponibile.

COD: UT RO 005 Categoria:
Descrizione

Descrizione

Scrivici una mail

Contattaci per qualsiasi domanda, per verificare la disponibilità, per ricevere utili consigli e per conoscere i prezzi.

I portinnesti possono aumentare o diminuire la vigoria di una pianta e portare diversi altri benefici come l’ adattamento a diversi tipi di terreno e la resistenza alla siccità. Nella foto è possibile vedere gli effetti dei portinnesti sui diversi vitigni.

Ecco una pratica slide per progettare al meglio il vostro vigneto.

Qui troverete schematizzate le diverse epoche di maturazione di tutti i vitigni a bacca bianca presenti nel nostro catalogo.

Una pratica slide che permette di conoscere il numero di barbatelle che si possono piantare in un ettero e qualche buon consiglio per la piantumazione del vigneto.